Libero professionista e manager della comunicazione

So che sei un libero professionista (come me) e il tuo tempo è sempre poco ma se vorrai promuovere la tua attività online dovrai dedicarti e diventare un manager della comunicazione.

Proprio così, ho scritto manager. Chi non è nativo digitale è cresciuto con un giornale locale nei bar della città e, se non ha colto il cambiamento in atto, rimane ancora convinto che quello sia il miglior mezzo di promozione. Niente di più sbagliato.

Leggi l’articolo su come creare una newsletter efficace

Va detto che oggi la comunicazione significa ingaggiare, avvicinare gli altri al nostro messaggio e quindi sarebbe meglio prediligere strumenti, come i social media, che consentono interazione. Aggiungo, però, che una strategia completa non può essere solo digitale ma deve prevedere anche qualcosa di analogico. Ecco perché ho scritto manager.

Devi imparare a gestire la tua giornata anche in funzione di ciò che hai da dire o scrivere. Attivare canali come Google My Business o Telegram non serve a nulla se non c’è continuità. Per non parlare del blog.

Ecco i miei suggerimenti per la tua struttura comunicativa che ti consenta di raggiungere i tuoi obiettivi e di trasformarti in un  manager della comunicazione:

  1. Blog;
  2. Social;
  3. Eventi.

Il blog è il diario di bordo, va scritto con una certa costanza. Non è fondamentale aggiornarlo tutti i giorni se questo si traduce in mancanza di utilità per il lettore (e potenziale cliente). Puoi occupartene anche una sola volta a settimana ma con argomenti e temi interessanti.

I social amplificano il tuo messaggio. Da semplice utente conosci la potenza di un messaggio veicolato sui social, perché non sfruttarlo per la tua attività? Un manager della comunicazione sa bene quanto sia decisivo utilizzare le piattaforme digitali per promuoversi. Tengo, però, a fare una precisazione doverosa: Il lavoro sui social non è gratis, sia in termini di tempo che di danaro.

Organizza incontri dal vivo. Non è importante il numero di partecipanti quanto l’attinenza con ciò che vorrai dire loro. Come nel mondo digitale anche in quello offline il buon manager della comunicazione sa che è meglio parlare con poche persone realmente interessate che farsi trasportare dalla vanità e rivolgersi ad un pubblico numeroso ma molto freddo sui temi a te cari.

Spero di esserti stato utile e se vuoi approfondire contattami qui.

1 thought on “Libero professionista e manager della comunicazione

Lascia un commento