I social media per la tua comunità

Finita l’era dei social media intesi alla vecchia maniera con una comunicazione top/down, come l’informazione, si va finalmente verso un nuovo mondo digitale finalizzato alla formazione di diverse comunità.

Solo qualche giorno fa, Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, ha lanciato la nuova mission del più famoso dei social media: “Give people the power to build community and bring the world closer together”. Dare alla gente la possibilità di creare delle comunità, legate intorno magari ad uno specifico interesse, e fare in modo che possano viverle in sicurezza.

Leggi l’articolo sulle 5 cose da sapere sui social media

Tralasciando, solo per ora, la questione del trattamento dei dati personali, che puoi approfondire qui, che sarà sempre più al centro delle attenzioni di tutti, soffermiamoci sulla ricaduta di questo proponimento sul tuo lavoro.

Perché un libero professionista, o un gruppo di essi, dovrebbe costruire una comunità?

Perché, paradossalmente, avrai la stessa mission del buon Mark: connettere le persone.

Connettere persone attraverso i social media per creare la tua comunità di riferimento. Può sembrare un’impresa ardua ma con perseveranza e un po’ di pazienza ce la farai. A cosa serve? A riunire persone davvero interessate a quello che fai. Non ti servono migliaia di profili finti, per trasformarli in clienti servono persone reali.

Ti segnalo tre strumenti pratici per creare la tua comunità sui social media:

  1. Gruppo Facebook;
  2. Gruppo Linkedin;
  3. Canale Telegram.

Gruppo Facebook

E’ sicuramente lo strumento più diffuso e puoi scegliere tu se renderlo pubblico, privato o addirittura segreto (ma te lo sconsiglio). Preferisco i gruppi privati perché consentono di far accedere ai contenuti solo coloro che decidono di iscriversi al tuo gruppo. Un gruppo pubblico, invece, non ti permetterebbe di sapere e di capire chi è davvero interessato. Visita il nostro.

Gruppo Linkedin

Un discorso molto simile allo strumento precedente ma con qualche caratteristica più particolare. Linkedin è il social preferito dai professionisti perché è frequentato, principalmente, proprio da colleghi ed altre figure professionali. Se il tuo business si rivolge proprio ad altri professionisti, poi, il gruppo su Linkedin sarà lo strumento ideale. Visita il nostro.

Canale Telegram

Infine, ma non da ultimo, il canale Telegram. L’applicazione di messaggistica gratuita, in grado di fare concorrenza al più famoso Whatsapp, ha delle possibilità maggiori per certi aspetti. Una di queste è proprio la possibilità di creare un canale dedicato e pubblico (si accede grazie ad un link). Così facendo potrai comunicare con i tuoi utenti senza essere molesto, infatti il canale non consente risposte e quindi non si trasforma in una gigantesca chat. Unisciti al nostro.

Spero di esserti stato utile, contattaci se vuoi.

 

1 thought on “I social media per la tua comunità

Lascia un commento